Controllate periodicamente le teste dei vostri figli

A passo svelto torno a casa, cercando di evitare le innumerevoli pozzanghere a cui mi sento ormai affezionata. E mentre penso alla mia imbranataggine, ecco che ne becco una in pieno, giusto con quello stivale. Ma vaff….ben mi sta – mi dico – che poi a pensarci bene l’avevo quasi spuntata io contro la maledetta tiranna.

Lassamm sta’!

Che poi mi torna in mente un cartello letto qualche ora prima: Controllate periodicamente le teste dei vostri figli!

Sarà deformazione professionale o la consolidata esperienza in pippe mentali e affini ma immediatamente ho pensato al benessere psicologico dei miei elfi. Ecco che attacco con l’ennesima!

Se anche a me avessero controllato, non dico assai ma di tanto in tanto, la testa forse non sarei qui, sotto l’acqua mentre ho lasciato altra acqua a scorrere in casa. Che poi lo sapevo io che i fari erano spenti, così come sapevo io di aver chiuso casa il 31 ottobre, così come potevo benissimo immaginare di aver inserito l’antifurto due mesi prima.

Comico vero? E meno male che non sto continuamente a lavarmi le mani, almeno. Che poi, a esser sincera, solo dopo dieci minuti ho avuto la santa illuminazione, sentendomi anche abbastanza stupida tra l’altro. Quel cartello aveva come unico scopo quello di evitare, tra gli gnometti, il dilagare di un fenomeno tipico del loro mondo magico. E allora a passo più svelto di quello con cui sto beccando tutte le pozzanghere son scappata via. Mi sa che questi stivali finiranno direttamente nel cassonetto.

Ops…intanto tutta quell’acqua sarà uscita a farsi un giretto?

Smuack :*Immagine